Collana Fernandel

Paola Rondini, Il salto della rana


Il salto della rana

Radio e TV


  • Paola Rondini alla trasmissione del Tg5 "La lettura" (10 ottobre 2014)

  • Pagine: 144
    Isbn: 9788898605149
    Collana: Fernandel
    Data di pubblicazione: settembre 2014
    Leggi come inizia


    Anche in formato epub nei principali store on line


    «Strinsi i pugni e sfogliai quel poco che era rimasto dei miei ricordi: scelsi il pericolo, scelsi di continuare la capriola, il salto nel labirinto, la morte persino»



    Booktrailer realizzato da Claudia Del Fiacco e Stella Segatori sulle musiche dei Virginiana Miller

    A Milano è mattina presto quando, in prossimità di un incrocio, l’attenzione di Emma viene catturata da un’auto che parte a tutta velocità, sbanda e si dilegua.
    Da questa scena, che si svolge nel silenzio surreale e cinematografico di una città deserta, ha inizio il viaggio di Emma, un’avventura che porterà lei e i lettori in scenari geograficamente lontani e profondamente interiori, tra elementi reali e suggestioni, tensioni erotiche e solitudini, amore materno e abbandono, passato e futuro.
    L’agenzia pubblicitaria per cui lavora la vuole in Arizona per il lancio di un nuovo marchio. Lì, in un’ambigua struttura altamente tecnologica, “il Cubo”, sono riuniti i creativi, tra cui Nikandros, responsabile del progetto. Fra i due nasce una pericolosa attrazione, che risucchia Emma in un limbo magnetico e straniante.
    Intanto in Italia la madre di Emma, affetta da un raro disturbo chiamato Joking disease, è ricoverata in una clinica, dove trascorre le sue giornate in un’apparente indifferenza, mangiando Zigulì ed esprimendosi con rime e giochi di parole.
    Personaggi uniti da moderne alienazioni e da eroiche piccole battaglie quotidiane si troveranno ad agire insieme in un luogo ai confini con la morte, affinché Emma, dopo aver volato e nuotato, respirato in aria e in acqua come una rana, «il più bello, il più perfetto degli anfibi», faccia quel salto e torni a casa.
    O forse è solo un riverbero dell’anima, forse nulla di tutto questo è mai accaduto.

     Paola Rondini

    Paola Rondini è nata a Città di Castello. Ha pubblicato il romanzo Miniature (Fanucci, 2007), tradotto in Germania e Spagna, e I fiori di Hong Kong (Fanucci, 2010). Con Il salto della rana ha iniziato un nuovo percorso, tutto da scoprire.

    Come inizia

    Volare di notte era un ritorno all’infanzia. Chiusi gli occhi e pensai a una gincana tra le stelle, grosse stelle spigolose e luccicanti che l’aereo dribblava nel suo procedere roboante. Come tutti i sognatori, come i bambini lasciati troppo soli, come gli adolescenti tappezzeria alle feste, io amavo la fantascienza, il silenzio ferroso dello spazio, gli sbuffi di decompressione delle astronavi, l’ordine asettico dei moduli lunari, i pianeti desertici abitati da un’umanità bizzarra, più bizzarra di me e della mia famiglia.
    In fondo ero nata il 25 maggio 1977, cioè giorno, mese e anno della prima proiezione di Guerre stellari al Mann’s Chinese Theatre di Los Angeles. Me l’aveva detto un amico di mia madre, durante una gita domenicale in campagna. Che anno sarà stato?, mi chiesi perlustrando il cielo nero fuori dall’oblò. Conclusi che poteva essere il 1983 o giù di lì.
    Quel tipo era simpatico, ogni tanto ci portava tutte e due a pranzo fuori.
    Rita, mia madre, per l’occasione indossava pantaloni di cotone e magliette aderenti, e sciarpe che svolazzando lasciavano una traccia di colore quando lei, annoiata, scompariva all’orizzonte.

    Rassegna stampa
  • Su Vibrisse il percorso di formazione di Paola Rondini: come si diventa prima lettori, e più tardi (inevitabilmente?) scrittori (6 ottobre 2014)

  • «Rondini riesce nello scopo con mestiere e professionalità» (Marco Zanette, Rivista Fra le righe, 28 ottobre 2014)

  • «Colpi di scena, tensioni, emozioni senza fine» (Alessandra Peluso, Affari italiani.it, 28 ottobre 2014)

  • «Un libro davvero convincente» (Giovanni Pannacci, mangialibri.com, 31 ottobre 2014)

  • «Paola Rondini si spinge al confine tra il concreto e l’immaginario, tra la vita e la morte. Un’autrice perfetta per le edizioni Fernandel» (Felice Laudadio, Sololibri.net, 3 novembre 2014)

  • «In quest’ultima prova l’autrice ci regala una storia difficile da classificare in un genere, particolare che per me è un valore aggiunto» (Barbara Garlaschelli, sdiario.com, 25 novembre 2014)

  • «Ogni libro ha una meta. E, come la sua protagonista, "Il salto della rana" di Paola Rondini arriva alla sua spiccando una serie di proverbiali voli pindarici» (Sara Minervini, sulromanzo.it, 3 dicembre 2014)

  • «Una narrazione piena di punti di luce» (Famiglia Cristiana, 7 dicembre 2014)


  • «Uno stile visionario che richiama le atmosfere del cyberpunk» (Paolo Calabrò, PaginaTre, 19 dicembre 2014)

  • Intervista al «Giornale dell'Umbria» (24 dicembre 2014)

  • «Un libro davvero sorprendente» (Ilaria Barbi, Rivista!unaspecie.com, 2 gennaio 2015)

  • «Il salto, la chiave di volta» (Paolo Bianchi, «Libero», 8 gennaio 2015)

  • Intervista a Paola Rondini (Max Keefe, Lundici.it, 11 gennaio 2015)

  • Recensione su «Stop» (16 gennaio 2015)

  • «Un viaggio estremo, pericoloso e pieno di seduzione» (Marta Elena Casanova, mondorosashokking.com, 29 gennaio 2015)

  • «Una sorprendente struttura a incastro che smembra, polverizza la storia in una struttura vorticante» (Angela Ambrosini, Literary.it, gennaio 2015)

  • «Il tempo si ferma, inverte e confonde. Il viaggio si arresta, prende una nuova strada» (Giulia Siena, Chronicalibri.it, 6 marzo 2015)

  • «Originale e travolgente» («Gioia», aprile 2015)