Fernandel Scientifica
                                                 

Paola Novara, Fulvia Fabbi, Filippo Trerè, Atti della prima giornata di studi dedicata alla memoria di Luigi Maria Malkowski

Pdf gratuito

Atti della prima giornata di studi dedicata alla memoria di Luigi Maria Malkowski. Pdf gratuito
Pagine: 158
Formato: pdf
Isbn: 9788895865836
Collana: Fernandel Scientifica
Data di pubblicazione: 10 ottobre 2012

Clicca per scaricare il volume (in formato zip)
(una volta scompattato, il file pesa 82 mega ed è in formato pdf)


Luigi Maria Malkowski - Memorial Day 2012

Atti della prima giornata di studi dedicata alla memoria di Luigi Maria Malkowski (Ravenna, 4 dicembre 2010)

Incontro di studio sul tema "Studiare Ravenna a Ravenna" a cura di Paola Novara, Fulvia Fabbi, Filippo Trerè

Con la collaborazione dell’Istituzione Biblioteca Classense



La giornata di studi organizzata nell’aula magna della Casa Matha di Ravenna il 4 dicembre 2010 in memoria di Luigi Malkowski, è stata molto ricca e complessa, e ha visto affiancarsi un gruppo di interventi più propriamente finalizzati al ricordo della figura del vicedirettore della Classense e una sezione di studi dedicati alla sua memoria. Vista l’articolazione dell’incontro e la quantità di materiale raccolto, si è deciso di pubblicare gli atti della giornata in due tempi, dividendo i testi in Atti del Convegno Studiare Ravenna a Ravenna e Atti del LMM memorial (volume che conterrà anche una sezione di testi dedicati da studiosi non presenti all’evento).
La giornata non ha voluto essere semplicemente una nostalgica rievocazione, ma nell’affrontare i temi dell’incontro intitolato Studiare Ravenna a Ravenna si sono ricercati e - si ritiene - centrati tre obiettivi fondamentali. Si è innanzitutto evidenziato, come per studiare “Ravenna”, sia necessario frequentare assiduamente i suoi archivi, biblioteche e musei, vale a dire non avere un approccio compilativo o meramente bibliografico, ma profondamente conoscitivo e di studio, dimostrando di possedere una vera e propria capacità di “ricerca sul campo”. Tale intento è pienamente riassunto dal titolo scelto per il convegno: Studiare Ravenna a Ravenna. Coerentemente con quanto proposto, pertanto, le relazioni di studio hanno riguardato quasi solo ed esclusivamente materiale conservato negli archivi e nei fondi ravennati. Si è così dimostrato come è possibile far finalmente dialogare - secondo una metodologia dichiaratamente multidisciplinare - vari studiosi su un tema comune di indagine: Ravenna. Pertanto si può affermare che «L’officina culturale» che Malkowski stesso auspicava per la sua Biblioteca Classense, ha pervaso questa giornata ed ha avuto una evidente concretizzazione. Questi obiettivi non erano altro che le aspirazioni dell’acuto e sensibile intellettuale ravennate, un uomo buono, gentile, disponibile al dialogo, aperto al confronto. Un uomo che, nelle testimonianze di chi l’ha conosciuto e frequentato, ha rappresentato un raro e significativo esempio non solo di sapere e rigore scientifico, ma di umiltà e umanità.
Ricordarlo significa semplicemente continuare a percorrere la sua stessa strada per definire e plasmare più compiutamente la coscienza culturale di Ravenna.
(Dalla Presentazione)